comics

Qui di seguito alcuni estratti di fumetti e tavole pubblicate su riviste, libri e webzine più alcune vignette inedite. Non sono in ordine cronologico ma raggruppate in tipologie. Parte di questo materiale è stato raccolto nel piccolo volume "Malcovichiate, fumetti per frustrati", Gattogrigio editore.
E' possibile contattarmi per esposizioni e presentazioni riempiendo il form nella pagina "Contatti".

Testi e disegni di Kain Malcovich/Mirko Di Francescantonio.

Sarcasmo, genialità e umorismo sono le parole chiave di queste tavole. (…)Vignette che ridicolizzano con una sana ironia i problemi dell'uomo "moderno", quello dei social, con pochi sogni realizzati e un pò di rabbia e rassegnazione. Un'immagine con didascalia che dipinge alla perfezione un mondo poco accogliente, scomodo e un pò stronzo. Sono immagini che si muovono, che ti invitano a muoverti, a pensare, a sognare.

Recensione di una personale. Bologna, luglio 2013

LA REINCARNAZIONE

Testi e disegni di Kain Malcovich / Mirko Di Francescantonio.
La reincarnazione è stata tra le storie selezionate nel concorso "Noi e voi" tenuto in occasione del festival internazionale del fumetto Bil Bol Bul 2013. Le tavole furono esposte alla Sala Borse di Bologna. Il titolo prende spunto da un'affermazione fatta dal personaggio: "Reincarnarsi è andare in un'altra città a 30 anni dove nessuno sa niente del tuo passato. Eppure ne hai uno."

NUMBers - un'equazione sociale

NUMBers fu il mio primo libro. La prima edizione uscì con la Gattogrigio editore in copyleft. Qui trovate un estratto. I personaggi della storia sono i numeri stessi delle pagine: Uno, l'indipendente. Due, la dipendenza. Tre, l'Uno di troppo. Quattro, la competizione tra coppie. Difetti e pregi vengono moltiplicati nei multipli a livello esponenziale: ecco quindi che si scatena della insoddisfazione di massa, delle rivoluzioni e purtroppo la ripetizione ciclica degli stessi errori commessi "dieci numeri prima". Perchè tutti insieme siamo multipli di un sentimento che diventa dunque più espanso. "Quando non contiamo, paga chi non conta. Uno, due e Te".

Gli Uomini Volantino

Gli uomini volantino fu una serie apparsa per diversi numeri di Carta Straccia. L'introduzione spiegava in ogni numero la serie: "Camminando per strada incrociate sguardi. Per quattro secondi immaginate, cercate, penetrate quelle persone. Prima di andar avanti e buttarle via." Racconti immaginari su persone incrociate realmente per strada: che vita staranno facendo?

Malcovichiate - Fumetti per frustrati

Qui alcune tavole autoconclusive realizzare durante il corso di più di 10 anni. Alcune sono state pubblicate su Mente Locale, Kondoria.it e il website del magazine Grazia. Nel 2013 vengono raccolte in una pubblicazione della Gattogrigio editore: "Malcovichiate - fumetti per frustrati". Ecco dunque il ragazzo ferito nei sentimenti che ha l'occasione di incotrare gli orsetti del cuore; i due astronauti costretti a dialogare mentre girano attorno a una Terra sommersa finchè il carburante non finisce; il ragazzo nominato "strano" in un mondo di strani; il 30enne pensieroso sopra quella che ha l'aspetto di essere la cuccia di Snoopy; la ragazza in carriera e la ragazza sposata che dialogano contro gli uomini e il femminismo stesso; il ragazzo che riesce ad avere il pieno controllo di ciò che sta sognando.

Le vignette anti Pop art

Queste sono vignette per lo più inedite e indipendenti l'una dall'altra. A lungo andare mi sono reso conto di una cosa: quasi tutte hanno come protagonisti personaggi della pubblicità, delle leggende, dei film e comunque della cultura popolare. Da qui il nome della serie.

Illustrazioni per LP e EP editi

Illustrazioni utilizzate per le cover di alcuni album o ep usciti per la Deambula Records, la Acid Cobra Records o indipendenti come nel caso dei Radia. Per questi ultimi ho realizzato un volto pixelato: l'iilustrazione è visibile chiaramente allontanandosi da essa; in realtà poi ho scoperto che anche Mina pubblicò qualcosa del genere come art work molti anni prima. Per Tajga dei The Marigold ho inciso degli alberi su del cartoncino: la loro musica è effettivamente graffiante in diversi momenti. Per i buenRetiro, poi comparsi anche su un inserto di XL, mi sono basato sul minimalismo dettato dal titolo del loro album: "In penombra": ho disegnato delle ombre con un tratto semplice: rimane tra le copertine più memorizzabili difatti. La cover dei Tv Lumière comparse in bella vista sulla home page della Vodaphone tra i dischi in uscita perchè la ritennero molto bella e io lusingato di questo. Herself ebbe un'illustrazione meno aspettata per le sue sonorità: sarebbe stato forse più adeguato qualcosa alla Sigur Ròs ma sarebbe stato confondibile proprio con loro e con il loro genere. Azzardai con qualcosa di fumettato, anche se forse ora la farei differente. Divenne tuttavia la cover di quello che fu recensito come uno dei migliori dischi del 2013.

Fumetti per minorenni

Una provocazione all'affermazione prettamente italiana che "i fumetti sono per bambini". L'Italia, portatrice di una cultura storica, non ha mai preso veramente e popolarmente sul serio questa arte, non come lo è in Belgio ad esempio. Se i fumetti, dalle tematiche talvolta introspettive e spinte, sono per minorenni, allora i minorenni siamo noi adulti. E i veri ragazzini? Sono quelli che si comportano come gli adulti. Chi sono dunque i minorenni odierni? Ecco un magazine "inesistente" se non in una pagina facebook, basato solo sulla sua copertina ma mai pubblicato. La "rivista migliore amica della tua migliore amica" dalla parte dei nerd e che propone loro una rivoluzione contro i bulli, i sabato sera in centri commerciali e fast food e l'adolescenza imbustata degli anni 2000.

San Valentino dei fessi

Bozze inedite per il volume pubblicato dalla 88014 edizioni. Le illustrazioni poi utilizzate accompagnavano le storie di diversi scrittori. Ogni soggetto era un Cupido a tema: quello punk, quello super eroe, quello zombie. Il volume tra l'altro contiene un QR code per ogni autore, compreso me. Cliccando potete vedere interviste, racconti, spunti inediti.

Bianco da riempire

Bianco da riempire fu pubblicato nella raccolta antologica "X" della Gattogrigio editore. Ho fatto un esercizio di anti-stile: il personaggio è un poeta assai scarso che trova rime scontate, banali e imbarazzanti: ho dovuto scrivere dunque un testo rimato volutamente stupido. Egli soffre della "nebbia emiliana": appena trasferito non riesce a trovare ispirazione perchè il luogo è troppo piatto e nebbioso, come un foglio da riempire. Come un bianco da riempire, appunto.

Domino all'italiana

Questo video è stato realizzato per il brano "Il politico corretto" della band milanese I Balenieri. L'idea era quella di creare un domino con delle illustrazioni di politici e persone tutti con i pantaloni giù; l'effetto a catena sarà una grande e triste orgia di furbi.